La SALA 3 contiene le testimonianze dalla Val Tidone legate ai rinvenimenti di età romana (colore-guida rosso) e tardoantica (colore-guida giallo).

Dopo la conquista romana della pianura padana (la fondazione della colonia latina di Placentia è del 218 a.C.), tutto il territorio venne bonificato e sistemato secondo una rigida suddivisione regolare in lotti di terreno coltivabile da assegnare ai coloni (centuriazione).

Con l’età augustea (27 a.C. - 14 d.C.) la Val Padana conobbe il massimo sviluppo, attestato dal fiorire di vici (villaggi) e di villae rustiche, ossia fattorie costituite da un settore produttivo e da una parte residenziale.

Si configura quindi anche per la Val Tidone un quadro di popolamento diffuso concentrato soprattutto sulle prime propaggini collinari, luoghi particolarmente favorevoli all’agricoltura e all’allevamento.

 

Abbondanti e di varie tipologie sono i materiali che provengono dal vicus (villaggio) di Pianello V.T..

Gli scavi, condotti a varie riprese dall’85 al 2007, hanno riportato alla luce alcune strutture riconducibili ad un settore abitativo.

I reperti custoditi nelle vetrine 2-3-4-5 del nostro museo testimoniano la vita quotidiana e le rotte commerciali dell’insediamento per un periodo cronologico che va dalla metà del I a.C. alla fine del I d.C.

Da Arcello, frazione nelle vicinanze, proviene  la testimonianza della presenza di una villa rustica, della cui ricchezza sono indizio i  frammenti di intonaco dipinto e le tessere di mosaico pavimentale (vetrina 1).

Il ritrovamento di suspensurae (elementi circolari per la sospensione del piano pavimentale) documentano la presenza di un impianto termale nella struttura.

La villa ebbe una lunga vita: fu abitata fino al V sec. d.C.

Legati alla sfera della ritualità sono i corredi funebri delle sepolture ad incinerazione trovate a Ganaghello, con materiali inquadrabili tra la fine del II sec. a.C. e l’inizio del secolo successivo, nonché presso Pianello, con corredo costituito prevalentemente da balsamari vitrei (vetrina 6).

Proviene da Vicomarino di Ziano il sarcofago a doppio spiovente in calcare rosso di Verona. Tale tipo tombale, che ebbe massima diffusione dopo il II sec. d.C., ospitava generalmente sepolture ad inumazione di personaggi di rango, il cui nome era solitamente inciso su uno dei lati lunghi. In questo caso però il cartiglio non risulta leggibile. Tramite il confronto con altri esemplari è possibile inquadrare cronologicamente il sarcofago al IV-V sec. d.C.

 

Il Museo ospita inoltre reperti provenienti dai numerosi rinvenimenti di tutta la valle.

Essi comprovano la fitta densità abitativa di questo territorio per tutta l’epoca romana (vetrine 10-11-12) e, nonostante un’evidente contrazione, la continuità di vita in epoca tardoantica (vetrine 14-15).

Particolarmente significativi sono alcuni oggetti bronzei d’ornamento (fibule e ganci per cintura) riconducibili alle popolazioni gota e longobarda.

Le indagini nel sito della Piana di San Martino hanno portato alla luce un insediamento fortificato inquadrabile cronologicamente tra l’età tardoantica e l’alto medioevo.

In museo sono conservati i reperti rinvenuti nei vari settori di scavo, l’area d’abitato del Saggio 1 (vetrina 16), l’edificio religioso del Saggio 4 e la probabile struttura difensiva del San Martino Piccolo (vetrina 17).

 

Il Museo ha inoltre in programma la realizzazione di uno spazio espositivo destinato ad ospitare emissioni monetali,  rinvenute nel bacino della Val Tidone, databili dal II sec. a.C. ad epoca moderna.

Testimonianze relative a vari aspetti della vita quotidiana sono quelle riconducibili all’abbigliamento (vetrina 7), alla lavorazione dei metalli (vetrina 8), all’utilizzo di pesi e misure (vetrina 9), nonché alla presenza di impianti produttivi di varia natura (vetrina 13).

MuseoArcheologicodellaValTidone

La sala 3

Di recente inaugurazione, la nuova vetrina del Medagliere mostra circa un centinaio delle monete rinvenute in tutta la Val Tidone.

Ultimo aggiornamento: 2611/2013

Home

Dove siamo

Visita veloce

Visita virtuale

Didattica

Contattaci

News e iniziative

Link utili

Archivio

Mappa del sito